2.11.11

I Was Busy Baking Muffins

Preteklo je kar nekaj časa, v naslovu pa lahko preberete, kaj sem delala. Cele tedne sem pekla muffine. Sedaj sem muffine opustila in začela peči kapkejke. Ko ste v krizi, bi morali poskusiti tudi vi, recept je resnično preprost in moja sestra pravi, da razveseljujejo ljudi.


Najboljši recept je po mojem mnenju ta na strani GialloZafferano (žal samo po italijansko). Za kapkejke pa sem izbrala en naključen recept in ga malo prilagodila, da sem na koncu dobila čokoladno podlago in metino kremo. Niso bili slabi.






Ampak preidimo k resnejšim stvarem. Videla sem tri lepe filme:


Soul Kitchen. Junak je resnično nesrečen in v nekem trenutku mi je šlo res na živce to, da mu je šlo vse, prav res vse, narobe. Konca vam ne razkrijem, oglejte si ga kar sami!

Polanskijev Carnage, osnovan na drami Bog masakra avtorice Yasmine Reza. Zvezdniška zasedba je (Jodie Foster, Kate Winslet, Christoph Waltz, John C. Reilly) odlično odpravila svojo nalogo (malo sem pristranska, obožujem Christopha Waltza). Film je čuden in ne prav lahkoten, vendar se ogled splača že samo zaradi režije in igralcev.


In na koncu še moj najljubši, Sorrentinov This must be the place
V fillmu je govora o upokojenem rock zvezdniku, obsedenim z iskanjem nacističnega paznika, ki je v koncentracijskem taborišču mučil njegovega očeta. 

Med potovanjem po Ameriki spoznava ljudi in tudi malo zaigra na kitaro. Sama sem se smejala, ko je trdil, da rock zvezdniki ne bi smeli imeti otrok, ker obstaja potem nevarnost, da se rodijo odštekani oblikovalci. Film je poln portretov in fiksnih kadrov, morda ne bo všeč prav vsem.

Sedaj čakam samo še na One day. Pred časom sem prebrala knjigo in jokala kot nora. Tudi Melancholia me malce mika, ampak bomo videli.  

Zadnja stvar: poslušajte soundtrack filma 500 days of Summer! 


Ne è passato di tempo, ma come potete leggere dal titolo, stavo sfornando muffin. Ho fatto muffin per settimane intere. Ora ho smesso, ma ho provato con i cupcake (era una prova, ora smetto davvero). Quando siete in crisi dovreste provare anche voi, sono facilissimi da fare e a detta di mia sorella rendono le persone felici.

I migliori in assoluto sono questi di GialloZafferano, almeno di quelli che ho provato. Invece per i cupcakes ho preso una ricetta a caso e poi ho deciso che volevo farli al cioccolato con la glassa alla menta e mi sono inventata un po' il procedimento, ma non erano male.

Ma parliamo di cose serie. Ho visto tre film che meritano per davvero:

Soul Kitchen, lui è veramente sfigato poverino, e ad un certo punto mi dava per i nervi che tutto, e dico TUTTO gli andasse storto. Ma alla fine...non ve lo dico, guardatelo! 

Carnage di Polanski, tratto dalla pièce teatrale «Il dio della carneficina» della pluripremiata Yasmina Reza. Un cast da urlo (Jodie Foster, Kate Winslet, Christoph Waltz, John C. Reilly) che fa il suo dovere egregiamente (ma sono di parte, adoro Christoph Waltz). Strano come film, ma ho veramente apprezzato regia e attori. Un po' pesantuccio però.

E infine il mio preferito, This must be the place, di Paolo Sorrentino. Sean Penn, una rockstar in pensione che vive di rendita, deve tornare da suo padre che sta morendo. Quando arriva è troppo tardi, ma cerca comunque di esaudire l'ultimo desiderio del padre: trovare il criminale nazista che lo perseguitava ad Auschwitz. 
E mentre se ne va in giro per l'America conosce gente e fa battutine. Ho riso un sacco quando ha detto che le rockstar non dovrebbero avere figli, perchè poi magari diventano stiliste un po' pazze. Ed ero l'unica in tutto il cinema, ops. E' un film lento, fatto di primi piani e scene fisse, forse non per tutti.  

Ora devo solo aspettare che esca One day, ho letto il libro tempo fa ed ho pianto come una fontana. Sono tentata anche da Melancholia, ma vedremo. 


Ultima cosa: ascoltate la colonna sonora di 500 giorni insieme!

1 comment:

  1. Those cupcakes look absolutely delicious! xoxoxo

    ReplyDelete